QUANTE VOLTE DEVONO PAGARE I DRUENTINI PER I RIFIUTI? GLI SBAGLI DELL’AMMINISTRAZIONE

Ci siamo astenuti nella votazione in Consiglio Comunale della mozione riguardante il conferimento
di rifiuti urbani presso la discarica di Druento (Punto Ambiente) perché, pur condividendo i principi,
con un emendamento in seduta di Consiglio è stato aggiunto l’impegno oneroso del Comune per fare ricorso al T.A.R. Piemonte, volendo andare contro l’ordinanza della Città Metropolitana di Torino.

Riteniamo tale impegno economico completamente inutile, infatti, l’Amministrazione dovrà spendere più di 8.000,00 euro di risorse dei cittadini per le immediate spese legali. Inutile perché l’Ordinanza in questione ha avuto valore per 30 giorni ed è già stata superata con un’ulteriore Ordinanza della Città Metropolitana del 17/11/2016, in cui la discarica del Punto Ambiente non riceverà più i rifiuti. Inutile perché i tempi di un ricorso sono molto lunghi (minimo un anno).

Quindi oltre a non risolvere niente nell’immediato e a far spendere soldi ai cittadini, in caso di bocciatura del ricorso il Comune si troverebbe anche a pagare le spese del procedimento.

Nel merito della faccenda del conferimento dei rifiuti nella discarica di Druento del Punto Ambiente abbiamo subito interrogato il Sindaco per sapere in che modo verrà garantito un elevato livello di tutela della salute e dell’ambiente, visto l’arrivo di rifiuti non autorizzati e potenzialmente contenenti mercurio. Da questo era nata la mozione congiunta devi vari gruppi e poi stravolta in Consiglio Comunale con l’emendamento.

Si vuole però precisare che:

– è stato questo stesso Sindaco e questa maggioranza ad aver trasformato il Punto Ambiente di Druento in una discarica e a sostenere ancora fortemente l’impianto di incenerimento del Gerbido come unica soluzione per la gestione dei rifiuti, impianto a quanto pare con evidenti problemi di funzionamento;

– la gestione dei rifiuti NON ha solo ricadute nell’immediato. I problemi di inquinamento possono anche iniziare nella fase post-mortem della discarica se non ben gestita. Attualmente nessuno può fornirci garanzie certe su questo;

– pur detenendo delle quote di TRM, in realtà il Comune di Druento non ha nessun tipo di controllo sull’impianto, come invece più volte detto da questa amministrazione per giustificare queste quote.

Concludendo ci spiace constatare che l’amministrazione sembra più interessata ad ottenere dei soldi extra per il conferimento di questi rifiuti in discarica più che a collaborare con tutte le forze politiche presenti in Consiglio e a tutelare

DAVVERO la salute dei cittadini!

Leave a Reply